Ho iniziato a cucinare quando andavo al liceo. I miei primi pasticci sono stati i dolci. 

Che dire…….li amo……ma a fasi alterne!!!!!!!!!!!! 

Ricordo me stessa in cucina alla sera a preparare i baci di dama, la Sacher, la torta all’ananas, il plumcake, il tiramisu e biscotti vari da far assaggiare agli amici.

Mi piaceva molto e benché non avessi basi di pasticceria e non seguissi alla lettera le ricette (la pasticceria si dice sia chimica) erano molto buoni lo stesso.

All’università ho iniziato a cucinare anche salato: paste, risi, secondi…sperimentazioni in genere. Avevo bisogno di creare per non pensare. Ho iniziato a seguire le riviste di cucina e cucinavo tutti i giorni: mattina e sera. Era la mia passione.

Poi col lavoro, la famiglia e la dieta…..mi sono ridimensionata. Alla fine, per non farci mancare nulla sono arrivate una serie di allergie e aiuto, non posso mangiare più un sacco di cose che adoravo, non posso assaggiare se faccio cose per altri che non posso mangiare e mi sono demoralizzata.  

RESTA COMUNQUE UNA PASSIONE CHE HO DECISO DI CONDIVIDERE E MAGARI POTRA’ ESSERE UTILE A CHI COME ME NON PUO’ MANGIARE TUTTO.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *